• Carrello nessun articolo

Inventor Professional 2013 La grande guida

Mondadori Informatica

80,00 €

Descrizione


Chiunque voglia imparare Inventor 2013 divertendosi, troverà in questa guida una risorsa indispensabile. Sono trattati tutti gli aspetti del sistema CAD 3D più venduto al mondo, dai più semplici ai più complessi.
La grande guida Inventor 2013 si presenta al lettore con un linguaggio semplice e moderno, garantendo al contempo una trattazione rigorosa e completa degli argomenti, con esempi - dettagliati e reali - di aziende manifatturiere, impiantistiche e di designer italiani.
Metodi e tecniche, suggerimenti e scorciatoie, sono al centro dell'opera, insieme a numerose esercitazioni guidate. Inoltre i riquadri di approfondimento soddisfano le curiosita' degli utilizzatori più esperti. A corredo della guida in due volumi un CD ricchissimo di esempi e tutorial per sperimentare quanto descritto nel testo.



L'autore

Edoardo Pruneri si occupa di formazione, consulenza e analisi sulle Tecnologie Assistite da Calcolatore (CAT) in ambito industriale da più di 15 anni. Negli anni ha maturato una significativa esperienza nel mondo meccanico e manifatturiero con importanti società CADCAMCAE ricoprendo ruoli di diverse responsabilità in aziende statunitensi e italiane.
Partecipa a seminari e convegni come speaker, prepara articoli per alcuni periodici tecnici ed è coinvolto attivamente a gruppi di lavoro internazionali per lo studio e la promozione di soluzioni verticali per la definizione di progetti virtuali.

Maggiori dettagli

9788861143418

  • Autore: Pruneri Edoardo
  • Collana: Grafica
  • Pagine: 768
  • Livello: Intermedio Avanzato
  • Lingua: italiano
  • Data Pubblicazione: 10/2012
  • Supporto: CD-ROM
  • Quantita' Supporto: 1
  • Volumi: 2

sommario
vii

01 La trama di un film di successo 1

Il progetto Rubicon 2

Caratteristiche e benefici di Inventor 2

La facilità d’uso 3

La modellazione adattiva 4

La modellazione di forme complesse 4

La modellazione dei grandi assemblaggi 4

Il rendering fotorealistico 6

I cinematismi e la loro analisi 6

I moduli specialistici per le esigenze

più spinte 7

Le prestazioni del data base

e delle librerie grafiche 8

La collaborazione per i progetti di team 8

Associatività e interoperabilità 9

L’Inventor che sarà: Inventor Fusion 10



02 Primo approccio a Inventor 11

Verifica dei requisiti di sistema 12

Acquisto/utilizzo di una versione

studente 13

Il lancio di Autodesk Inventor 13

Creazione di un nuovo documento 14

I documenti di tipo componente 15

I documenti di tipo lamiera 16

I documenti di tipo assieme 17

I documenti di assiemi saldati 18

I documenti di assiemi mold design 19

I documenti di tipo presentazione 20

I documenti di tipo tavola 2D nativi 21

I documenti di tipo tavola 2D DWG 22

Le impostazione del progetto 23

Conclusioni 27



03 Interfaccia grafica

e visualizzazione 29

L’area grafica 31

La barra multifunzione 32

Il menu dell’applicazione 32

Il Browser 34

I menu contestuali 37

L’indicatore 3D 39

I comandi da tastiera 41

La barra di navigazione 42

La visualizzazione 43

Zoom tutto 43

Zoom finestra 44

Zoom in-out 44

Pan 44

Zoom selezione 44

Rotazione della vista – Orbita libera 45

Rotazione della vista – Orbita vincolata 46

Utilizzare il ViewCube 46

Utilizzo del compasso con il ViewCube 49

Vista faccia piano 49

Comandi di visualizzazione da tastiera 50

Gestire la visualizzazione attraverso

lo SteeringWheels 51

Gli stili di visualizzazione 53

Rappresentazioni prospettiche

e ortografiche 56

La gestione delle ombre 56

La trasparenza e opacità 58

Impostazione del colore di sfondo 58

Immagine riflessa sui modelli 3D 60

Conclusioni 61



04 Pensare a tre dimensioni 63

I passi necessari per partire

con il piede giusto 64

Modellare per somma di operazioni

elementari 64

La storia del modello ed il significato

delle lavorazioni 66

I tipi di lavorazioni 67

Il componente singolo 68

Analisi di funzione e forma per

determinare il metodo di costruzione

del componente 69

Il componente multicorpo 71

La tavola 72

La gestione/manipolazione

della tavola 2D 73

Conclusioni 74



05 La creazione di schizzi 2D semplici 75

Creazione e impostazioni iniziali

dello schizzo 2D 78

Definizione dei parametri di griglia 80

Definizione delle scale di annotazione,

dei gradi di libertà 81

Definizione del tempo di attivazione

di “seleziona altro” 82

Alcune regole per la corretta costruzione

dello schizzo 83

Creazione della geometria di schizzo 84

Entità di costruzione, d’asse

e di riferimento 84

Assegnazione delle proprietà di colore,

tipo di linea e spessore alla geometria

di schizzo 86

Definire coordinate, lunghezze

e inclinazioni 87

Aiuti durante le operazioni di schizzo 88

Linea 89

Circonferenza 91

Arco 92

Rettangolo 94

Raccordo 94

Smusso 95

Punto e/o Centro foro 96

Poligono regolare 96

Testo 97

Testo allineato alla geometria 99

Importazione di un profilo da AutoCAD 101

Importazione di punti da foglio excel 104

Importazione di una immagine 105

Esercizio 5.1 – Creazione di uno schizzo

non vincolato 106

Conclusioni 108



06 La modifica di schizzi 2D 109

Cancellazione della geometria 109

Taglia 110

Estendi 111

Dividi 113

Sposta 114

Ruota 115

Copia 116

Offset 117

Simmetria/Specchio 118

Allunga 119

Casi speciali di stiramento 121

Scala 122

Serie rettangolare 123

Serie polare 125

Conclusioni 126

Esercizio 6.1 – Specchio di uno schizzo

non vincolato 127

Esercizio 6.2 – Serie polare di uno schizzo

non vincolato 128



07 Il vincolamento degli schizzi 2D 129

Sistema di coordinate dello schizzo 130

Vincolamento e gradi di libertà 132

Visualizzazione dei gradi di libertà 132

Visualizzazione dei vincoli geometrici 133

Controllo della visibilità dei vincoli 134

Visualizzazione rapida dei vincoli

mancanti 134

Regole per il vincolamento dello schizzo 135

I vincoli geometrici 135

ix

Coincidenza 136

Collinearità 136

Concentricità 137

Uguaglianza 137

Fissaggio 137

Orizzontalità 138

Verticalità 138

Parallelismo 139

Perpendicolarità 139

Simmetria 140

Tangenza 140

Riferimento 141

Cancellazione dei vincoli geometrici 141

Il vincolamento inferito 142

Limiti di utilizzo nell’inferimento

automatico dei vincoli 143

Controllo sull’inferimento e la persistenza

dei vincoli 143

Esempio 7.1 – Inferimento e persistenza

dei vincoli geometrici 145

Esempio 7.2 – Inferimento senza

persistenza dei vincoli geometrici 146

I vincoli dimensionali 147

Quota generale 147

Quota automatica 149

Verso il vincolamento completo 150

Il vincolamento al punto di origine

dello schizzo 151

Lo schizzo dopo la lavorazione 153

Conclusioni 154

Esercizio 7.1 – Creazione e vincolamento

di uno schizzo 155

Esercizio 7.2 – Creazione e vincolamento

di uno schizzo 156

Esercizio 7.3 – Creazione e vincolamento

di uno schizzo 157



08 Le lavorazioni di base

del componente 159

Significato di lavorazione 160

Lavorazioni per componenti prismatici 160

Lavorazioni per componenti ottenuti

per tornitura 161

Lavorazioni per componenti a spessore

sottile – in lamiera 161

Lavorazioni per componenti a spessore

sottile – in plastica 162

Lavorazioni per componenti sculturati 163

Estrusione 163

Modalità di Aggiunta, Sottrazione

e Intersezione 165

Estensioni della lavorazione 167

Opzioni aggiuntive 172

Rivoluzione 174

Foratura 176

Opzioni di posizionamento del foro 177

Opzioni di tipo e terminazione 179

Svuotamento 180

Rimozione delle facce tangenti 182

Nervatura 183

Filettatura 185

Raccordo su spigoli 187

Smusso 190

Piega 192

Opzione di piega minima 194

Effetti della lunghezza della linea

di piega 195

Effetti della posizione della linea

di piega 195

Inserimento di primitive solide 196

Serializzazione rettangolare 196

Serializzazione circolare 199

Specchiatura 200

Conclusioni 202

Esercizio 8.1 – Creazione di componente

prismatico 202

Esercizio 8.2 – Creazione di componente

tornito 203

Esercizio 8.3 – Creazione di oggetto

piegato 204



09 Geometria di lavoro 205

I riferimenti origine 205

I piani di lavoro 207

Piano di lavoro passante per tre punti 209

Piano di lavoro di offset 209

Piano di lavoro tangente e passante

per uno spigolo e passante per

un punto 210

Piano di lavoro inclinato 211

x

vo lume i · s omma r i o

Piano di lavoro perpendicolare ad un asse

e passante per un punto 212

Piano di lavoro parallelo ad una faccia

e passante per un punto 212

Piano di lavoro perpendicolare a una curva

e passante per un punto 213

Piano di lavoro parallelo ad una faccia

e tangente 214

Piano di lavoro bisecante due piani/facce

paralleli/e 214

Piano di lavoro passante per due spigoli

o due assi 215

Piano di lavoro passante data

della geometria di schizzo 216

Piano di lavoro del toro 216

Gli assi di lavoro 217

Asse di lavoro di una lavorazione

di rivoluzione o di una faccia

cilindrica/conica 217

Asse di lavoro lungo uno spigolo 218

Asse di lavoro passante per due punti 218

Asse di lavoro passante per una linea

di schizzo 2D 219

Asse di lavoro passante per una linea

di schizzo 3D 219

Asse di lavoro passante per l’intersezione

di due facce o due piani di lavoro 220

Asse di lavoro perpendicolare ad un piano

o a una superficie e passante per

un punto 220

Asse di lavoro passante per un punto

estremo ed una linea 221

I punti di lavoro 222

Punto di lavoro all’intersezione

di tre piani 222

Punto di lavoro su un punto dello schizzo

o del modello 223

Punto di lavoro sull’intersezione

di due linee o spigoli 224

Punto di lavoro sull’intersezione

tra un piano e una linea 224

Punto di lavoro al centro di una faccia

o una superficie 224

Punto di lavoro sul centro del toro 226

Punto di lavoro sull’intersezione

tra una superficie e una curva 226

I punti di lavoro vincolati 226

La geometria di lavoro in linea 228

I sistemi di riferimento utente (UCS) 231

Posizionamento dell’UCS

sulla geometria 231

La visibilità della geometria di lavoro

e della triade UCS 232

La ridefinizione della geometria

di lavoro 233

Conclusioni 234



10 La modifica del componente 235

Modifica dei parametri dimensionali 237

Rigenerazione del modello 238

Modifica del profilo di schizzo 238

Modifica dei parametri di lavorazione 242

Operazioni di modifica sulle lavorazioni 243

Soppressione della lavorazione 243

Riordino della lavorazione 245

Copia della lavorazione 246

Cancellazione della lavorazione 248

Fallimenti nella rigenerazione 249

Modifica attraverso la manipolazione

diretta 249

Modifiche della forma attraverso

Inventor Fusion 250

Conclusioni 251



11 La creazione delle viste

nella messa in tavola 253

Come si articola il processo 254

Generazione delle viste e completamento

della tavola 254

Creare un nuovo documento 2D 255

L’interfaccia grafica dell’ambiente

di messa in tavola 256

La barra multifunzione 257

Il browser della tavola 258

Impostare le dimensioni del foglio

da disegno 260

La creazione delle viste di disegno 260

La vista di base 261

La vista proiettata 263

xi

La vista ausiliaria 264

La vista in sezione 266

La vista di dettaglio 267

La vista spezzata (interrotta) 269

La vista spaccata 270

La vista sovrapposta 272

La vista taglio 274

Il ritaglio di una vista 274

Creazione di altre messe in tavola

nello stesso disegno: il multi-foglio 275

Vista senza modello 277

Inserimento di una vista nello spazio

modello 278

Scelta del formato di salvataggio

(DWG o IDW) 279

Rotazione della vista 280

Conclusioni 281



12 Annotazione della tavola 2D 283

La creazione delle quote 283

Recuperare le quote parametriche

del modello 284

La sistemazione delle quote 285

Disposizione automatica delle quote 285

Spostamento di una quota da una vista

ad un’altra 286

Disposizione manuale della quota

e cambio del tipo di freccia 287

Inserimento delle quote

di annotazione 289

Quota generica 289

Quota linea base 290

Quota in serie 292

Quota coordinata 292

Selezione delle quote modello,

riferimento, AutoCAD 293

Note relative alle lavorazioni 294

Aggiunta automatica di linee d’asse

e centri 295

Come modificare le linee d’asse

ed i centri 297

L’inserimento manuale di linee d’asse

e centri 298

Inserire un simbolo di… 300

Simbolo di stato della superficie –

rugosità 300

Simbolo di riquadro controllo

della geometria – tolleranze di forma

e dimensione 301

Simbolo identificatore

della lavorazione 301

Simbolo identificatore del riferimento 301

Simboli di saldatura 302

Riferimenti parziali 303

Utilizzo dei blocchi di AutoCAD 303

Conclusioni 305

Esercizio 12.1 – Messa in tavola

di un componente singolo 305



13 Stili di annotazione 317

Gli stili e gli standard di annotazione 317

La gestione degli stili e delle norme 317

Definizione di stile 318

Quali stili sono disponibili e come

si modificano 319

Esempio di creazione di uno stile

con l’editor degli stili 322

Impostazione dello stile come default 323

Salvataggio degli stili nella libreria 324

Conclusioni 326



14 La stampa e la prototipazione

rapida 327

Interfaccia del processo di stampa 327

La stampa di una tavola 328

La stampa di un modello 3D 329

La stampa in formato PDF 330

La stampa di una immagine 331

La stampa multipla 333

La stampa 3D 335

Conclusioni 338



15 Misurazioni, analisi, verifiche,

opzioni 339

Le misurazioni 340

La misura di lunghezze e distanze 340

Misura area 341

Misura perimetri – loops 342

Misura angolo 343

xii

vo lume i · s omma r i o

Proprietà della regione – schizzo 2D 344

Analisi delle interferenze 345

L’analisi dei solidi e delle superfici 348

L’analisi a zebra 349

L’analisi di sformo o rastremazione 350

L’analisi della curvatura 351

L’analisi della superficie 351

L’analisi delle sezioni trasversali 352

Le proprietà fisiche e anagrafiche 354

Il calcolo delle proprietà di massa 356

Visualizzazione e calcolo del baricentro 358

Conclusioni 359



16 Progettazione di oggetti

in lamiera: teoria e stili 361

La terminologia ed i concetti alla base

della piegatura della lamiera 361

La definizione degli stili lamiera 362

I parametri del foglio di lamiera 363

I parametri della piega 365

I parametri dell’angolo 367

Gestione e modifica dei parametri

della lamiera dalla tabella parametri 369

Conclusioni 369



17 Lavorazioni di creazione

della lamiera 371

Faccia 371

Flangia 372

Flangia contorno 375

Tramoggia 376

Profilatura 378

Piega (Giunzione a raggio) 380

Piega (fold) 381

Bordo 382

Conclusioni 382



18 Lavorazioni di modifica

della lamiera 383

Giunzione angolo 383

Taglio 384

Separazione 386

Spiega 387

Ripiega 388

Raccordo e smusso d’angolo 389

I Punzoni 389

Conclusioni 390

Esercizio 18.1 – Creazione di un punzone

per un’asola 390

Esempio 18.2 – Creazione di una feritoia

per l’aerazione 395



19 Gestione del modello piatto 399

Creazione del modello piatto 400

Allineamento del modello piatto 400

Lavorazioni sul modello piatto 401

Annotazione dell’ordine di piega 402

Esportazione del modello piatto 403

Conclusioni 404

v

01 Moduli specialistici 1

Gli oggetti gestiti da Inventor 4

L’assieme 4

L’assieme saldato 6

L’ambiente di generazione telaio 7

L’ambiente di scambio dati AEC 9

L’ambiente di piping 10

L’ambiente di cabling 10

L’ambiente di analisi

delle sollecitazioni 12

L’ambiente di simulazione dinamica 12

L’ambiente di presentazione 13

L’ambiente di rendering e animazione:

Inventor Studio 15

Conclusioni 16



02 Disegno e vincolamento

delle curve 2D 17

Spline 2D 18

I punti di passaggio 19

L’angolo di entrata 20

Il peso della curva 21

La tensione 22

La curvatura 22

Curva ponte 23

Ellisse 24

Il vincolamento degli schizzi

complessi 25

Conclusioni 28



03 Proiezione della geometria

nello schizzo 29

Proietta geometria 29

Proietta spigoli di taglio 32

Proietta modello spiegato 33

Conclusioni 33



04 Gli schizzi 3D 35

Linea 3D 36

Arco 3D 38

Piega 3D 38

Spline 3D 39

Elicoide 3D 39

Importazione di punti 3D 40

Il vincolamento delle curve 3D 41

Curve per tracciamento di punti

nello spazio 43

Curve per inclusione di geometria 43

Curve per intersezione di curve, piani

e superfici 45

Curve per proiezione su superfici 46

Curve della sagoma 3D 47

Conclusioni 49



05 Lavorazioni avanzate 51

Raccordo – opzioni avanzate 52

Raccordo su spigolo 52

Il raccordo su faccia 54

Il raccordo completo 55

Loft – interpolazione di sezioni 56

volume ii

vi

vo lume i i · s omma r i o

Sweep – Estrusione su traiettoria 61

Dividi facce e/o componenti 62

Combina 64

Spostamento/rotazione di facce 64

Superficie di contorno 67

Unione di superfici 68

Ispessimento e Offset di superfici 69

Sostituisci faccia 70

Cancella faccia 72

Sbalzo e incisione 72

Scolpisci superfici 73

Estensione di superfici 74

Taglio di superfici 76

Conclusioni 77



06 Assieme – Introduzione

all’ambiente 79

Organizzare i dati in modo efficiente 81

Il principio dei Lego® 82

Creazione di un componente 83

Posizionamento di un componente 87

Sostituzione di uno o più componenti 89

Eliminazione di componenti 89

Riordino e Ristrutturazione

di componenti 90

Le visualizzazioni d’assieme sezionate 92

Conclusioni 93



07 Assieme – Vincolamento

del componente 95

Gradi di libertà di un componente 95

Spostare e ruotare i componenti

in modo libero 97

Il vincolamento d’assieme 98

I vincoli d’assemblaggio 99

I vincoli per gruppi 100

I vincoli di movimento 101

I vincoli transitorii 102

La modifica dei vincoli di assieme 103

L’assemblaggio dei componenti 105

Conclusioni 106



08 Assieme – rappresentazioni

d’assieme 107

Rappresentazione semplificata

dell’assieme 107

Le rappresentazioni posizionali 109

Gli assiemi flessibili 114

Conclusioni 118



09 Assieme – Ripetizioni

dei componenti 119

Specchia componenti 120

Copia componenti 123

Serializza componenti 125

Conclusioni 126



10 Assieme – Lavorazioni

d’assieme 127

Estrusione 128

Rivoluzione 130

Aggiungere e rimuovere partecipanti 131

Foro 132

Raccordo 133

Smusso 134

Sweep 135

Limiti delle lavorazioni d’assieme 136

Conclusioni 137



11 Assieme – selezioni

e isolamento 139

La selezione mirata di componenti 140

Isolamento di componenti 147

Conclusioni 148



12 Distinta componenti e pallinatura,

tabelle fori e annotazioni 3D 149

Elenco delle parti 150

Numerazione di riferimento 151

Formattazione dei numeri

di riferimento 152

Personalizzazione dei numeri

di riferimento esistenti 152

Modifica dei numeri di riferimento 153

vii

Allineamento dei numeri di riferimento

in orizzontale o verticale 153

Spostamento e posizionamento

di più numeri di riferimento

e direttrici 153

Tabella fori 153

Inserire una tabella fori per tutti i fori

di una vista 154

Inserire una tabella fori per i fori

selezionati 154

Inserire fori di un tipo selezionato

ad una tabella fori 154

Annotazione delle viste 3D 155

Visualizzazione, Plottaggio e Misurazioni

dei disegni di AutoCAD 155

Conclusioni 157



13 Esplosi e animazioni – l’ambiente

di presentazione 159

L’ambiente di presentazione 161

Creare una presentazione 162

Creazione di una vista/sequenza 163

Aggiustamento delle posizioni

dei componenti 164

Modifica di una sequenza 166

Animazione di una sequenza 167

Registrazione di una sequenza 168

Messa in tavola di una sequenza 169

Esercizio 13.1 – Cambiare l’ordine

di transizione dei componenti

in una presentazione 171

Esercizio 13.2 – Impostazione

della telecamera nella ripresa

di una presentazione 172

Renderizzazione fotografica

con 3ds Max 179

Note del progettista – Engineer

Notes 181

Conclusioni 183



14 Rendering fotorealistico

ed animazione 185

Cos’è Inventor Studio? 185

Ambiente operativo di Inventor

Studio 186

Interfaccia di Inventor Studio 186

La scheda Inventor Studio 187

Browser di Inventor Studio 187

Timeline 188

Produttore video 188

Il work-flow per la creazione

di un render 189

Passaggio all’ambiente Inventor

Studio 189

Applicazione dei materiali 190

Creare un punto di vista –

la telecamera 190

Impostare lo stile di illuminazione 191

Impostare lo stile della scena 192

Rendering del modello 193

Creazione ed applicazione di uno stile

di superficie 194

Creazione di uno stile di superficie 195

Scheda Base 195

Scheda Riflessione 196

Scheda Opacità 196

Scheda Mappa diffusa 197

Scheda mappa contrasto 198

Salvare lo stile di superficie 199

Creazione ed applicazione di uno Stile

di Luci 200

Creazione di uno stile di luci 200

Scheda luce Indiretta 201

Scheda Ombre 201

Scheda Posizione 201

Creazione di una luce 202

Scheda Generale 202

Scheda Illuminazione 202

Scheda Ombre 203

Schede Direzionale/Punto/Riflettore 203

Creazione ed applicazione di uno Stile

di Scena 204

Creazione di uno stile di scena 204

Creazione di una Camera 205

Creazione di un’animazione 206

Accesso all’ambiente animazione 208

viii

vo lume i i · s omma r i o

La Timeline della animazione 208

Le opzioni di animazione 209

Introduzione ai comandi

di animazione 210

Anima componenti 210

Anima dissolvenza 210

Anima vincoli 211

Anima parametri 211

Anima rappresentazioni posizionali 212

Anima inquadratura 212

Renderizzazione della animazione 214

La compressione delle animazioni 215

Conclusioni 216

Esercizio 14.1 – Creare un nuovo stile

di luci 216



15 Parti normalizzate da libreria 217

Interazioni tra il Centro contenuti

ed il Vault 218

Utilizzo del Desktop Content da parte

dell’utente singolo 219

Accesso ai dati del centro contenuti 221

Navigare all’interno del Centro

contenuti 222

Posizionare i componenti dalla libreria

del centro contenuti 223

Modificare e rimpiazzare

dei componenti già presenti

nel modello 224

Conclusioni 225

Esercizio 15.1 – Assemblaggio

di componenti di libreria 226



16 Generatore di telai 229

Preliminari per la creazione

di un assieme telaio 229

Interfaccia per la creazione

e il posizionamento dei profilati 230

Modifica delle travi già presenti

nel telaio 231

Aggiustamento ad angolo retto 232

Intaglio di barre profilate 232

Ritaglio di barre profilate 233

Ritaglio ed estensione 233

Allungamento e accorciamento

a distanza 234

Analisi strutturale dei telai 234

Altri comandi per la gestione dei telai 235

Utilizzo di uno scheletro 3D

o di una parte come base 236

Creazione dello scheletro attraverso

il comando Crea Scheletro 238

Utilizzo di membri curvi (su archi

di circonferenza) 238

Selezione singola, multipla, catena,

schizzo (da menu contestuale) 239

Aspetto del browser per assiemi telaio

e posizione dei componenti 240

Distinta Componenti di un Telaio 241



17 Modifica dei telai 243

Modifica generalizzata

delle caratteristiche dei membri

del telaio 243

Modifica dei trattamenti

di estremità 244

Aggiustamento ad angolo retto

dei membri (retti e curvi) 245

Ritaglio ed estensione dei membri 247

Intaglio dei membri 247

Allungamento e accorciamento

dei membri 248

Esercizio 17.1 – Generazione di un telaio

semplice 249

Esercizio 17.2 – Modifica di un telaio

semplice 252

Esercizio 17.3 – Ritaglio del membro

inserito 254



18 Creazione di profili

personalizzati 257

Creazione del profilo personalizzato 257

Verifica del funzionamento del centro

contenuti 257

Pubblicazione di profili

personalizzati 258

ix

Opzioni di pubblicazione per

lo scheletro 258

Opzioni di pubblicazione per

il mappaggio automatico 259

Conclusioni 261



19 Modellazione di strutture

saldate 263

Progettare e modellare assiemi

saldati 263

Il processo di saldatura 264

La creazione di un assieme saldato 264

La simbologia di saldatura 266

I tipi di saldatura 267

I simboli di saldatura 267

Il dimensionamento della saldatura 268

I simboli supplementari 270

Le eventuali informazioni aggiuntive 271

I simboli per saldature multiple 271

L’applicazione di simboli su tavole

esecutive 271

Il flusso di lavoro della saldatura 272

Le lavorazioni di assieme 272

Le preparazioni prima della saldatura 274

Conversione di un assieme in assieme

saldato 280

Le lavorazioni di saldatura 282

La saldatura simulata 283

La saldatura scanalata

o di riempimento 284

La saldatura ad angolo 285

I simboli e le annotazioni

della saldatura 288

Trattamento di estremità 288

Simbolo di saldatura 289

Le lavorazioni meccaniche

post-saldatura 291

Esempio 19.1 – Analisi della Saldatura

di una struttura di carpenteria 292

Proprietà estetiche del cordone

di saldatura 293

Proprietà di massa del cordone

di saldatura 294

La messa in tavola dell’assieme

saldato 295

Millepiedi 297

Trattamento di estremità 297

Simboli di saldatura 298

Il rapporto sulla saldatura 299

La verifica ai carichi della saldatura 300

Conclusioni 301



20 L’analisi strutturale 303

Attivazione dell’ambiente

di simulazione 304

Terminologia e concetti FEM 305

Assegnazione del materiale 305

Definizione dei vincoli 305

Applicazione dei carichi 306

Il processo di analisi strutturale 307

Il calcolo per ottenere la mesh 308

Accesso all’ambiente di Analisi

della sollecitazione 313

La definizione del materiale 313

L’inserimento dei vincoli 314

La definizione e l’inserimento

dei carichi 316

Impostazione della precisione 318

Impostazione del tipo di analisi 319

Valutazione degli eventuali contatti 320

L’esecuzione del calcolo 321

Analisi di un caso applicativo 322

La lettura dei risultati 323

L’animazione dei risultati 324

La generazione del rapporto

di calcolo 325

Memorizzazione dei dati

di simulazione 325

L’impostazione della visualizzazione

dei risultati 326



Indice analitico 329

Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Totale

Carrello Check out

Cerca